Giovedì 15 dicembre la chiesa del SS Sacramento a Sassari ha ospitato il concerto spirituale organizzato dal Dipartimento di musica sacra e religiosa della Fondazione Accademia. L’obiettivo primario del Dipartimento è quello di individuare opportunità formative musicali valide e concrete per favorire e promuovere la cultura dell’accoglienza e dell’inclusione in prospettiva interculturale e interreligiosa. Tutte le iniziative intendono finalizzare ed agevolare i processi di integrazione, aggregazione e collaborazione delle diverse realtà. Esse mirano a favorire la conoscenza, la crescita e la diffusione della liturgia e della musica sacra, la formazione dei musicisti di Chiesa, dei futuri insegnanti e responsabili in ambito liturgico –musicale. Tendono, inoltre, a incentivare e diffondere la cultura musicale attraverso diverse iniziative quali concerti, conferenze e varie tipologie di corsi formativi. Il programma della serata ha previsto l’esecuzione dei seguenti brani ad opera del Coro Voci Bianche Luigi Canepa diretto da Salvatore Rizzu e accompagnato dal piano di Maria Piera Fadda: Astro del ciel (F. Gruber), La notte di Natale (Natalizio veneto/E. Miaroma), È nato (G. Senes / S. Rizzu), Sono un albero speciale (E. Gastaldon / M. Santoiemma), Aria dei genietti dal Flautomagico (W.A, Mozart), Mantusha lupamusha (J. Elberdin), Fruit Canon (Traditional song), Give it up (M. Gohl), Vivo così (S. Rizzu / E.Gastaldon), Non potho reposare (Sini-Rachel /arrang. S. Garau). Tra gli stacchi musicali sono state eseguite le letture dall’Omelia sul Natale di San Giovanni Crisostomo, da “Canto della vita” del pastore presbiteriano Rubem A. Alves e dal Manifesto programmatico dell’Accademia – nuovo umanesimo dell’incontro “L’altro è la realtà” di Gian Franco Saba.